È giunto il momento di una difficile decisione, quella che non avremmo mai voluto prendere. Il Comitato Organizzativo, a poco più di tre mesi dall’evento ed in considerazione del fatto che lo stato di emergenza vigerà sino al prossimo 31 luglio, deve fare i conti con la realtà. Non è infatti oggi ipotizzabile come la situazione evolverà dal 1 agosto e che piega prenderanno gli eventi.

E allora la MAGA si ferma.

Si FERMA perché in ballo ci sono la salute e la sicurezza degli atleti, dei volontari, dei tifosi e dei curiosi che da sempre sono fondamentali nell’organizzazione delle nostre gare.

Si FERMA perché, per rispetto verso gli sponsor e tutti coloro che negli anni hanno sostenuto economicamente la manifestazione, non ci sembra giusto chiedere un contributo per il nostro evento perché le priorità adesso sono altre.

Si FERMA per rispetto di tutti coloro che stanno soffrendo e che stanno combattendo contro questo virus che ha cambiato le nostre vite, per gli amici che hanno perso qualcuno e che hanno ancora voglia di correre e festeggiare, ma non adesso.

La MAGA si ferma, ma solo per un anno. L’appuntamento è solo rinviato di 365 giorni, al 2021 quando ricevere una pacca di incoraggiamento sulla spalla, un bicchiere d’acqua all’arrivo sulla cima, dopo la salita più impervia del percorso ed un abbraccio all’arrivo dai propri amici e tifosi sarà ancora più bello.

Viviamo di emozioni, che questa attesa saprà rendere ancora più intense.

TEAM MAGA