#INFORMAZIONI | ritiro pettorali | partenze bus

SABATO 1 📍Piazza Umberto 1^, Serina
•dalle 15.00 alle 18.00 ritiro pettorali
•alle 18.00 briefing tecnico con presentazione atleti top runners

DOMENICA 2 📍 Palazzetto dello Sport
•dalle 4.00 alle 7.00 ritiro ultimi pettorali
•ore 4.30 partenza ultimo bus 50km
•ore 6.00 partenza ultimo bus 39km
•ore 7.30 partenza ultimo bus 24km

Quattro cime da superare, tre gare fra cui scegliere, una valle da scoprire, incastrata fra Val Seriana e Val Brembana. Il paese di Serina (Bg) freme nell’ospitare la Maga Skymarathon e accoglie con curiosità la prova di ultra distanza legata al circuito delle Skyrunner Italy Series.

#MagaSky

Tra meno di una settimana la Val Serina tornerà ad essere l’ombelico del mondo sky accogliendo alcuni dei migliori talenti della disciplina. Domenica 2 settembre l’asd Maga del presidente Davide Scolari proporrà la Maga Skymarathon che quest’anno segna il traguardo dell’edizione numero 11.

Una corsa che a Bergamo è diventata icona delle corse a fil di cielo e che nell’albo d’oro vanta nomi autorevoli a livello nazionale e oltre. Quest’anno la manifestazione si è prefissata di crescere ulteriormente in prestigio ed è diventata uno dei palcoscenici più ricercati dagli appassionati della specialità.

Un prestigio che arriva dalla sapiente organizzazione dell’asd Maga e dall’introduzione di una prova di ultra distanza che consiste in un percorso di ben 50 km con 5000 metri di dislivello in salita. Tale competizione è inserita per la stagione podistica 2018 nel calendario delle Skyrunner Italy Series e rientra in un più ampio “progetto mondiale” che dovrebbe dare i primi frutti nel 2019.

Continuano ad arrivare richieste di adesione al comitato organizzatore, e il termine per le iscrizioni non è ancora scaduto. Occorre accelerare per poter prenotare i pettorali rimanenti. La partecipazione a 30 euro per la skyrace, a 40 euro per la skymarathon e a 50 euro per la ultra skymarathon è in scadenza martedì 28 agosto. Dal 29 al 31 la quota di adesione alle tre gare passa rispettivamente a 35 euro, 45 euro e 60 euro.

Per quanto concerne il materiale obbligatorio di cui munirsi, ciascun atleta sarà tenuto a presentarsi alla partenza con il k-way. Nella skymarathon e la ultra skymarathon si consigliano i guanti. L’utilizzo dei bastoncini è facoltativo ma, riportano gli organizzatori, «nei tratti tecnici di skymarathon e ultra skymarathon le mani devono essere libere e la guida alpina può squalificare l’atleta nel caso avesse i bastoncini in mano». Per la ultra skymarathon è obbligatoria anche la frontale. Sul sito ufficiale dell’evento si trovano le indicazioni dettagliate.

Concludiamo con i numeri. La Maga Skyrace misura 24 km e presenta un dislivello up di 1450 metri. La Maga Skymarathon ha uno sviluppo di 39 km con un dislivello up i 3000 metri. La nuova Maga Ultra Skymarathon – come già spiegato – ha un percorso di 50 km con un dislivello di 5000 metri e ricalcherà in buona parte il tracciato della skymarathon ma con l’aggiunta di alcune bretelle che ne aumenteranno tecnicità e panoramicità.

Per ulteriori informazioni e per procedere all’iscrizione consultare il sito web ufficiale www.magaskymarathon.it.

ufficio stampa
Enula Bassanelli | Montagna Express

foto credit Pio Rota

Ripercorrere il passato per vivere il presente e scrivere il futuro. La Maga Skymarathon, la cui 11esima edizione è in calendario domenica 2 settembre 2018, toglie i veli e si racconta. Lo farà attraverso una serata aperta a tutti presso il Palamonti di Bergamo presentata dallo speaker ufficiale dell’evento: Juri Pianetti, alla quale prenderanno parte, in qualità di ospiti speciali, Marino Giacometti e le guide alpine Omar e Michelangelo Oprandi.

 


Maga-Skymarathon-2017-Menna-ph-Matteo-Zanga

“Come tutto è iniziato”. Come è nata la Maga Skymarathon? Cosa accadeva agli albori dello skyrunning? Se ne parlerà giovedì 23 agosto alle ore 20.45 al Palamonti (via Pizzo della Presolana 15 – Bergamo) in una serata organizzata dall’Asd Maga e dal Cai, con grandi ospiti e con un video-documentario.

Pioniere della disciplina e ideatore della Federazione, Marino Giacometti narrerà la storia dello skyrunning. Spetterà invece alle guide alpine brembane Omar e Michelangelo Oprandi ripercorrere la storia della Maga Skymarathon; alle radici della manifestazione c’è una vicenda famigliare di passione e conoscenza della montagna.

Conoscenza della montagna è anche il requisito richiesto ai partecipanti della Maga Skymarathon edizione numero 11: ricordiamo che sono ancora aperte le iscrizioni alle tre gare. Le tariffe – 30 euro per la skyrace, 40 euro per la skymarathon e 50 euro per la ultra – resteranno invariate solo fino al 28 agosto; conviene non attendere troppo per accaparrarsi il ricco pacco gara.

Soprannominata the monster, la Ultra Maga Skymarathon – inserita nelle Skyrunner Italy Series – è la prova, fra le tre, che più attira la curiosità. Si tratta infatti di una new entry, disegnata su un tracciato di circa 50 chilometri che come nella skymarathon affronta le quattro cime (Menna, Arera, Grem e Alben), ma vi aggiunge alcune bretelle che la rendono una prova riservata agli skyrunner esperti, con un valido curriculum alle spalle.

Il comitato organizzatore diretto da Davide Scolari sta sfornando ulteriori iniziative che anticipano l’evento del 2 settembre. Il paese di Serina – località ricca di storia e cultura, che merita una visita approfondita – ospiterà una mostra fotografica dedicata alla Maga. «La gara troverà spazio in paese anche nei giorni lontani dall’evento: per l’Asd Maga – commenta Scolari – si tratta di una novità significativa, vogliamo portare sempre più la Maga nel cuore della gente, far capire quanto sia importante per la promozione del territorio. Con questa mostra all’aperto ci rivolgiamo sia agli appassionati della corsa sia alle persone del posto».


Ad un mese dall’evento in calendario il 2 settembre, scatta il cambio quota per l’iscrizione alle tre gare della Maga Skymarathon: skyrace, skymarathon e ultra skymarathon. L’asd Maga del presidente Davide Scolari lavora a pieno regime in vista dell’11esima edizione.

#MagaSky

Promette scintille l’11esima edizione della Maga Sky. Con l’aggiunta della prova ultra, inserita nelle Skyrunner Italy Series, sono in molti gli atleti che stanno inviando il curriculum alla segreteria sperando di essere selezionati per concorrere alla 53,8 km, soprannominata the monster, per la quale verranno accettate non più di 150 persone.

Certo è che la ultra non toglierà il fascino alla Skymarathon, gara che concatena le quattro vette della Val Serina – Menna, Arera, Grem e Alben – affrontandone le creste.

La Skyrace, molto meno esposta, si rivolge anche ai runner meno esperti, proponendo un percorso ridotto che consente comunque di apprezzare il territorio e i rinomati sentieri che partono dalle pendici del pizzo Arera.

Attenzione alla quota di iscrizione. La tariffa attuale resterà in vigore fino a martedì 31 luglio, poi scatterà l’aumento. Conviene iscriversi adesso: 45 euro per la ultra, 35 euro per la skymarathon e 25 euro per la skyrace.

Dal 1.08 fino al 28.08 il costo aumenterà di 5 euro per ciascuna delle competizioni. Infine, dal 29 al 31 agosto, la ultra passerà a 60 euro, la skymarathon a 45 e la skyrace a 35.

Tali quote sono comprensive di ricco pacco gara e buono pasto.

L’Asd Maga del presidente Davide Scolari ha già mostrato in due serate l’anteprima di un video sulla storia della Maga, che nella sua interezza verrà presentato qualche giorno prima dell’evento.

Stay tuned.

Per ulteriori informazioni e per procedere all’iscrizione & alla preiscrizione consultare il sito ufficiale www.magaskymarathon.it.

ufficio stampa
Enula Bassanelli | Montagna Express