Tra i big al via della Maga Skymarathon & Skyrace di domenica 6 settembre 2015 anche il vincitore della prima edizione dell’Orobie Ultra Trail, il bergamasco (di Cene) Marco Zanchi, azzurro delle lunghe distanze.

Marco_Zanchi_Maga_Skymarathon_2007 (3)

Oltre il Colle/Serina (Bg) – La Maga Skymarathon segna il ritorno alle competizioni di Marco Zanchi a distanza di circa un mese dall’Orobie Ultra Trail che l’ha visto protagonista. «In questo periodo – racconta il fresco vincitore della gara internazionale – mi sono preso alcuni giorni di riposo e poi ho ripreso con allenamenti tranquilli e tante passeggiate sulle Orobie. Ho rifatto, a tappe, l’intero tragitto dell’Orobie Ultra Trail per visitare i rifugi e ringraziare i gestori dell’assistenza e dell’accoglienza fornite in gara; mi manca solo il rifugio Calvi». Si è quindi recato anche al rifugio Capanna 2000 in Arera, dove transiterà la Maga Skymarathon & Skyrace. «Il martedì dopo l’OUT sono stato al Brunone, mentre venerdì pomeriggio sono salito a Capanna 2000 (nella foto in alto). I gestori mi hanno raccontato che sono transitato da lì alle ore 5.08 e mi hanno detto che sembravo lucido. Sopraggiungeva l’alba e ricordo quel tè caldo che mi ha aiutato proprio nel momento in cui faceva più freddo e incominciava a piovere».

Marco_Zanchi_visita rifugio Capanna 2000 in Arera

Orobie Ultra Trail, Maga Skymarathon, e poi? Sta aspettando una risposta dall’isola de La Réunion (oceano Indiano). «Mi piacerebbe fare l’ultima gara di coppa del mondo che si disputa sull’isola francese il prossimo 25 ottobre (Grand Raid Réunion, 164 km e 9917 m d+)». Marco Zanchi, intanto, si avvicina alle gare “corte” dopo qualche anno dedicato quasi esclusivamente alle lunghe distanze. «Sono curioso di vedere se sono ancora capace di tenere i ritmi degli skyrunner che sono più sostenuti dei miei. Mi rimetto in gioco come alle origini». E il pensiero vola proprio agli inizi. Il suo esordio alle corse è avvenuto alla Maga Skymarathon, quasi per scherzo, nel 2002, l’anno della prima edizione della gara orobica, allora vinta da Mario Poletti. «Ero arrivato penultimo – ricorda con un sorriso Marco Zanchi – poi l’ho rifatta nel 2005, nel 2006 e nel 2007 quando mi sono piazzato secondo dietro a Fabio Bonfanti».

Marco_Zanchi_Maga_Skymarathon (1)

«Nel 2002 avevo trovato in palestra il volantino della Maga Skymarathon. Io e un mio amico ci siamo iscritti… per scommessa: chi di noi l’avrebbe finita? È stata la mia prima skyrace (in precedenza avevo provato solo una breve corsa in montagna). L’ho finita ma… che dolore! Sono stato a letto una settimana. A proposito, ho almeno vinto la scommessa, perché il mio amico si è ritirato al Passo di Zambla». Alla prima edizione della Maga Skymarathon ha conosciuto Mario Poletti (sarebbero successivamente diventati buoni amici e compagni di squadra nell’Iz Skyracing) e, nonostante la faticaccia dovuta all’impreparazione, è scattata la molla dell’agonismo. «Ho cominciato a prenderci gusto nel fare le skymarathon, continuando su questa strada fino all’arrivo in Italia dell’ultra trail».

Maga_Skymarathon_Panorama_photo_credit_camminandopermonti.it

Le iscrizioni alla Maga Skymarathon & Skyrace si possono effettuare fino a venerdì 4 settembre. Marco Zanchi ha già prenotato un pettorale. «La Maga Skymarathon – afferma il bergamasco di Cene – è una delle più belle gare di skyrunning del panorama italiano. Le quattro cime (Menna, Arera, Grem e Alben) sono favolose. Da ogni vetta vedi le altre tre. E il terreno sotto i piedi varia in continuazione… è divertimento puro!».

Trailer della Maga Skymarathon & Skyrace a bordo dell’elicottero di Simone Moro: www.youtube.com/watch?v=s7jkF469-sc
Iscrizioni e informazioni complete sul sito ufficiale: ​www.magaskymarathon.it

maga2015logoScegli in base alla tua preparazione: skymarathon o skyrace
Novità: tanti premi per tutte le categorie!
Assapora in gara i panorami mozzafiato delle Orobie bergamasche

Il comitato organizzativo della Maga Skymarathon & Skyrace sta lavorando a pieno regime in vista dell’evento di domenica 6 settembre, quando, nel territorio di Oltre il Colle e Serina, in provincia di Bergamo, andrà in scena l’ottava edizione. Le iscrizioni sono ancora aperte ma conviene affrettarsi per non farsi sfuggire il ricco pacco gara.

Iscrizioni e pacco gara
Maga_Skymarathon_Panorama_photo_credit_camminandopermonti.itLe iscrizioni si effettuano online collegandosi al sito ufficiale www.magaskymarathon.it entro le ore 18.00 di venerdì 4 settembre.
MAGA SKYMARATHON – La quota di 30 euro comprende il ricco pacco gara composto da una t-shirt tecnica catarifrangente, prodotti biologici offerti da La Finestra sul Cielo, assistenza, ristori (acqua, bevande, frutta e dolci), doccia, pranzo, premio finisher, altri gadget tecnici a sorpresa e il buono birra.
MAGA SKYRACE – La quota di 25 euro include il ricco pacco gara composto da una t-shirt tecnica catarifrangente, prodotti biologici offerti da La Finestra sul Cielo, assistenza, ristori (acqua, bevande, frutta e dolci), doccia, pranzo, premio finisher, altri gadget tecnici a sorpresa

I premi di Maga Skymarathon & Skyrace
– Premi per la classifica assoluta
– Premi per ogni categoria
– A TUTTI IL PREMIO FINISHER
A tutti i concorrenti al via della Maga Skymarathon & Skyrace (anche chi eventualmente non la porterà a termine) basterà presentare il pettorale, presso lo stand dell’Azienda Agricola Marieta Tiraboschi Angelo, per ricevere il formaggio nostrano proveniente direttamente dagli alpeggi della Val Vedra (proprio sul percorso di gara!).

IL PASTA PARTY
Al termine della gara, come ogni anno, agli atleti verrà offerto il pranzo con pasta, secondo, contorno e dolce. I concorrenti della Maga Skymarathon avranno a disposizione anche il buono birra. Anche il pubblico potrà fermarsi per il pranzo, avendo a disposizione una scelta varia che comprende anche prodotti locali.

Ecco i due percorsi previsti domenica 6 settembre 2015
Maga Skymarathon
39 km / D+ 3000 m / si toccano quattro vette (Menna, Arera, Grem, Alben)
Partenza da Zorzone, frazione di Oltre il Colle / arrivo a Serina (Bg)
Maga Skyrace
27 km / D+ 1500 m
Partenza da Zorzone, frazione di Oltre il Colle / arrivo a Serina (Bg)

​VIDEO – Guarda in anteprima cosa ti aspetta con il filmato realizzato a bordo dell’elicottero di Simone Moro: www.youtube.com/watch?v=s7jkF469-sc
Iscrizioni, percorso dettagliato, programma completo, dettagli sul montepremi, tutto sul sito ufficiale www.magaskymarathon.it

Si avvicina a grandi passi l’appuntamento bergamasco della Maga Skymarathon & Skyrace, che torna domenica 6 settembre con l’ottava edizione. Tra i big arriva, tra gli altri, la conferma di Emanuela Brizio, alla ricerca del quinto successo sul tracciato orobico di 39 km e 3000 m di dislivello positivo. Le iscrizioni sono aperte, ma conviene affrettarsi. In programma anche la skyrace sulla distanza di 27 km con 1500 m di dislivello in salita.

Emanuela_Brizio_Maga_Skymarathon_01_2013_photo_credit_Pierluigi_PalazziQuattro su sette: sono le edizioni della Maga Skymarathon vinte da Emanuela Brizio. Di ritorno dalla Veia Skyrace dove ha conquistato il 21esimo titolo italiano, la campionessa in forza alla Valetudo Skyrunning conferma la propria presenza al via della gara orobica in programma domenica 6 settembre nella conca di Oltre il Colle (Bg). La Maga Skymarathon è una gara disegnata su misura per lei. «Riflette le mie caratteristiche da ‘capra’, un su e giù dove c’è ben poco spazio per correre. Adoro i percorsi duri come quello della Maga Skymarathon, la sento nelle mie corde. E ogni volta i panorami che vedo riescono a sorprendermi».

Le gare il più delle volte lasciano sensazioni gradevoli, ma ne esistono alcune che rubano il cuore, creano un legame profondo. È il caso della Maga Skymarathon. «È stato proprio qui che, nel 2006, ho conosciuto Carolina Tiraboschi: si stava avvicinando al mondo delle corse in montagna, sui sentieri di casa sua. Sempre qui, nello stesso anno, ho incontrato per la prima volta Darietto, Dario Busi. Lui ci attendeva all’arrivo, parlando al microfono, sorridente. Incoraggiava tutti, dal primo all’ultimo. Io gli intimavo di non fumare, e lui se ne stava sempre con la sua sigaretta accesa. Puntualmente, quanto mi vedeva, scherzosamente, me ne offriva una. Dario era per tutti».

Emanuela_Brizio_Dario_Busi_Maga_Skymarathon_photo_credit_Giampietro_Merelli«Ho un ricordo particolare di quella edizione – prosegue Emanuela Brizio – e si riferisce alle ore che precedono la partenza. Io, come molti altri corridori, mi sono avvicinata alla zona dello start, ma non si notava nulla che indicasse che fossimo nel posto giusto. Ci guardavamo intorno stupiti finché è arrivato un ragazzo, uno degli organizzatori, che reggeva uno striscione arrotolato sotto l’ascella. Con tranquillità lo ha srotolato in mezzo alla strada e ha esclamato “Ecco, la partenza è qui!”. La genuina semplicità di queste persone mi è entrata nel cuore».

La Maga Skymarathon è diventata il suo appuntamento fisso di inizio settembre. Sebbene a stagione piuttosto avanzata, ci arriva sempre al top della condizione. «La Maga Skymarathon è organizzata splendidamente. Non manca nulla. I ristori sono frequenti e ben forniti. Il pranzo conclusivo è buonissimo. Chi non si sente preparato per la skymarathon può approfittare della skyrace, meno impegnativa, però altrettanto interessante».

Emanuela_Brizio_Maga_Skymarathon_discesa_rocciosa_photo_credit_camminandopermonti.itMa c’è un motivo ancora più importante, per cui vale la pena di partecipare alla Maga Skymarathon del 6 settembre. «Menna, Arera, Grem e Alben (le 4 cime interessate) compongono un territorio che ciascun appassionato di montagna dovrebbe conoscere. Dalle quattro vette lo sguardo spazia nelle vallate e lascia a bocca aperta. È un itinerario da provare, per rendersi conto dei panorami che si incontrano, chilometro dopo chilometro. Suggerisco di trovare il tempo, durante la gara, per guardarsi in giro, stamparsi negli occhi quello che si vede, e portarselo a casa conservandolo preziosamente». L’aquila di Aurano (borgo alpino della Valle Intrasca) residente a Premosello Chiovenda lo farà di certo. Qualche istante di contemplazione – da rubare alla corsa contro il tempo – renderà l’esperienza ancora più appassionante.

Informazioni e iscrizioni: www.magaskymarathon.it

Enula Bassanelli
ufficio stampa Maga Skymarathon

Riccardo Faverio, tra gli atleti più attesi alla Maga Skymarathon: “Sui sentieri della Maga corro tutto l’anno. Per disputarla bisogna conoscere bene la montagna e sapersi gestire. La Skyrace è alla portata di tutti e regala panorami incredibili”. Aperte le iscrizioni alla Maga Skymarathon & Skyrace di domenica 6 settembre 2015.

com. stampa 4 giugno 2015

Riccardo_Faverio_Maga_Skymarathon_2014_credit_photo_Pierluigi_Palazzi

Riccardo Faverio, atleta bergamasco tesserato per il Gs Orobie, che ha chiuso la stagione delle corse 2014 con una raffica di successi, ha già in mente la Maga Skymarathon di settembre. È uno degli atleti di casa, tra i più attesi dal pubblico della Conca di Oltre il Colle. «Ho programmato le ferie di settembre dando la precedenza alla Maga – rivela il forte corridore – informandomi subito sulla data esatta della prossima edizione. Domenica 6 settembre non posso mancare».

La gara di casa, la gara più dura
Per il corridore di Serina, infatti, la Maga Skymarathon è la gara più importante di tutta la stagione, quella che si incomincia a sognare già in inverno, prima che la neve si sciolga e lasci intravedere i sentieri. Una delle competizioni più dure del panorama italiano di skyrunning. «Trovo sia seconda soltanto al Trofeo Kima – riflette il camoscio di Serina (Bg) –. La Maga Skymarathon va gestita con estrema attenzione. Rispetto alle altre gare di skyrunning presenta molte più salite e discese. Il notevole dislivello è distribuito su tutto il percorso».

Maga Skymarathon, un tracciato per i più preparati
Dalle creste prealpine il panorama lascia senza fiato. «In gara il paesaggio muta di continuo. Si passa dall’alta quota alle zone boschive e ai prati di media montagna, lungo sentieri ben tenuti». La Maga Skymarathon non si improvvisa. «In quota si affrontano punti con le corde fisse e tratti con le scalette, che richiedono attenzione, attitudine e conoscenza della montagna. Del resto, chi ha dimestichezza con la montagna ama proprio questo tipo di tracciato, dove ci si può esprimere al meglio».

Maga Skyrace, panoramica e adatta a tutti
La Maga Skyrace, invece, pur essendo alquanto panoramica, non presenta simili difficoltà. «La Maga Skyrace di 27 km è sicuramente la gara ideale per chi si vuole avvicinare allo skyrunning e per chi non si ritiene sufficientemente preparato per una marathon».

Riccardo Faverio protagonista della Maga Skymarathon
Riccardo Faverio si è reso protagonista in ogni edizione della Maga Skymarathon. «Nel 2011 – ricorda – mi sentivo preparato per vincere la Maga Skymarathon e così è stato. Purtroppo però abbiamo corso sul percorso ridotto, per via delle sfavorevoli condizioni atmosferiche. L’anno scorso me la sono giocata fino al passo di Zambla, poi mi è mancato qualcosa e ho ceduto, tagliando il traguardo in quarta posizione assoluta».

Dalle due ruote alle corse a fil di cielo
La carriera sportiva di Riccardo Faverio comincia con il ciclismo, praticato a livello professionistico fino all’età di 28 anni (nelle fila della Saeco). «Dai 28 ai 36 non ho più fatto nulla, se si escludono le partite a calcetto (sorride). Pesavo circa 15 kg più di adesso. Dal 2007 ho ripreso pian piano a muovermi, correndo a piedi. Ormai uso pochissimo la bici, preferisco correre. All’inizio non avrei mai pensato di appassionarmi così tanto. Adesso vado in montagna tutti i giorni, sui sentieri della Maga Skymarathon, a divertirmi con le scarpe da corsa».

Maga Skymarathon & Skyrace, iscrizioni aperte
La marcia di avvicinamento alla Maga Skymarathon e Skyrace prosegue, e nel frattempo si sono aperte le iscrizioni. Si effettuano online sul sito ufficiale www.magaskymarathon.it nella sezione appositamente dedicata. Le adesioni si raccolgono entro venerdì 4 settembre o comunque fino al raggiungimento dei posti disponibili. La quota da versare per iscriversi alla Maga Skymarathon è di 30 euro, mentre il costo per partecipare alla Maga Skyrace è di 25 euro. L’iscrizione dà diritto a pettorale, ristori sul percorso, buono pasto e ricco pacco gara, garantito ai primi 300 concorrenti iscritti.

Domenica 6 settembre 2015
Maga Skymarathon
39 km / D+ 3000 m / si toccano quattro vette (Menna, Arera, Grem, Alben)
Partenza da Zorzone, frazione di Oltre il Colle / arrivo a Serina (Bg)
Maga Skyrace
27 km / D+ 1500 m
Partenza da Zorzone, frazione di Oltre il Colle / arrivo a Serina (Bg)

Tutte le informazioni sul sito ufficiale, appena rinnovato: www.magaskymarathon.it

ufficio stampa
Enula Bassanelli – info@montagnaexpress.it